SALERNO – Operazione della finanza in materia di emissioni di scontrini

E’ in fase di ultimazione il “Piano Coordinato di Controllo Economico del Territorio” eseguito sul territorio salernitano dalla Guardia di Finanza.In materia di emissione di scontrini e ricevute fiscali, sono stati eseguiti oltre 430 controlli, che hanno portato alla constatazione di 316 violazioni per mancata o irregolare emissione di tali documenti fiscali. Nel corso dell’attività, i Finanzieri del Comando Provinciale di Salerno hanno “scovato” diversi “evasori totali”. Spiccano le posizioni di un fruttivendolo e di un barbiere di Scafati. Le due operazioni hanno permesso di constatare un’evasione fiscale di circa 200mila euro. Inoltre, in un mercato rionale di Salerno è stato individuato un venditore ambulante che non aveva mai presentato una dichiarazione fiscale. Stessa posizione in uno stabilimento balneare nei pressi della stazione di Salerno, risultata completamente sconosciuta al fisco. È stato anche scoperto un autolavaggio di Eboli che si era abusivamente allacciata alla rete idrica comunale, e alle cui dipendenze c’erano due lavoratori “in nero”. Controlli a tappeto sono stati eseguiti anche su tutto il litorale costiero, da Positano e Marina di Camerota, a numeri stabilimenti balneari. Sono stati scoperti 17 lavoratori non regolari e 27 violazioni per mancata emissione di documenti fiscali. In materia di contrasto all’abusivismo ed alla vendita di prodotti contraffatti sono stati eseguiti diversi interventi, che hanno portato al sequestro di 350 “pezzi” di merce contraffatta ed alla denuncia di 8 persone di varia nazionalità extracomunitaria.

Lascia un Commento