Salerno: Omicidio a Montecorvino, il Gip convalida fermo dei due figli della vittima

Il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Salerno questa mattina ha convalidato il fermo dei fratelli Giancarlo e Sonia Di Francesco, accusato, il primo, di omicidio volontario, distruzione di cadavere e, la seconda, di concorso in distruzione di cadavere, per l’omicidio del padre Romano, di 69 anni.

Entrambi lasciano il carcere: il gip ha disposto gli arresti domiciliari per Giancarlo Di Francesco e l'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria per la sorella.
Secondo la ricostruzione degli investigatori, Giancarlo nel pomeriggio del 5 agosto nella propria abitazione di Montercovino Pugliano ha ucciso a pugni e calci il genitore, dopo anni di vessazioni, e solo nella tarda serata con la complicità della sorella ha condotto il cadavere in località Occiano di Montercovino Rovella dove è stato dato alle fiamme.  Il decesso è quindi avvenuto prima di essere bruciato. Escluso che la vittima sia stata stragolata.

Lascia un Commento