Salerno: Nuova tariffazione TPL, il Rettore Tommasetti scrive a Caldoro

In una lettera indirizzata al governatore campano, il rettore dell’Università di Salerno, Aurelio Tommasetti, parla di singolare anomalia e di gravi conseguenze che si determinerebbero per gli studenti dell’Università di Salerno  con l’applicazione della nuova struttura tariffaria elaborata dall’ACAM – Agenzia Campana della Mobilità – e proposta dall’assessore ai Trasporti. Il rettore evidenzia che i nuovi  criteri per la definizione delle aree urbane elaborati  dall’ACAM per poche centinaia di metri pongono il Campus di  Fisciano fuori dall’area urbana di Salerno,  determinando il  paradosso che alcuni studenti possono raggiungere  l’Università utilizzano la tariffa urbana, mentre altri devono pagare quella extraurbana. Inoltre, gli utenti del Campus di Medicina, a Baronissi, per raggiungere la mensa, la biblioteca e gli altri centri di servizio presenti nel Campus di Fisciano devono utilizzare un  titolo di viaggio diverso, di  tipo extraurbano, rispetto a quello urbano utilizzato per raggiungere le aule dove si tengono le lezioni. 

“Le nuove tariffe per il Trasporto pubblico locale decreteranno la morte dei Campus universitari di Salerno”. Ne è convinto Pasquale Passamano, segretario confederale della Cisl Salerno che interviene sulla proposta di nuova struttura tariffaria avanzata dalla Regione. “E’ inaccettabile, secondo Passamano, attuare due pesi e due misure per studenti dello stesso Ateneo, che frequentano Facoltà diverse ma che utilizzano la stessa biblioteca o la stessa mensa”.

Lascia un Commento