SALERNO – Movida, Cardella: “La soluzione è un marchio registrato”

L’associazione Principe Arechi propone una soluzione per il problema della gestione della movida a Salerno. Secondo il presidente Pietro Cardella non serve l’azione repressiva del sindaco De Luca, ma un piano che consenta ai locali virtuosi di essere premiati, e a quelli che non rispettano le regole di restare chiusi. L’associazione propone la costituzione di un consorzio Movida Salernitana registrato, che garantisca la categoria degli operatori della movida. Il piano proposto prevede musica fino alle 2.30 “a porte aperte”, con i decibel consentiti dalla legge, e “a porte chiuse” fino alle 4 del mattino; prevede inoltre l’installazione dei limitatori di volume sugli impianti dei locali notturni, con l’adozione di un codice di autoregolamentazione, come già proposto dall’Ascom.

Lascia un Commento