SALERNO – Merino e Caputo protagonisti, ufficiale Soddimo.

Il lavoro procede secondo i piani prestabiliti. Molto è stato fatto e ancora tanto resta da fare ma è anche normale di questi tempi quando le gambe sono pesanti e gli schemi ancora tutti da affinare. Cresce la Salernitana di Brini ed intanto già fa intravedere quello che sarà il tratto distintivo della stagione. Proseguendo sulla strada già tracciata nella parte finale dello scorso campionato si va avanti nel segno del “4-2-3-1” e, a seconda di quelli che saranno gli interpreti, sarà una Salernitana più o meno spregiudicata. Meno nel caso in cui nella batteria dei tre trequartisti trovi posto, come successo ieri, Soligo; più spregiudicata nel caso in cui Brini puntasse su un esterno più offensivo come Vincenzo Pepe o l’ultimo arrivato a Nocera Umbra, l’ex dorico Soddimo. Le certezze? Aspettando Cozza il cui impiego sarà deciso di volta in volta, centrocampista arretrato o trequartista, le certezze sono rappresentate dalla difesa rigorosamente a quattro, dai due mediani e dall’unica punta vertice a ridosso della quale agirà un trequartista puro. Ieri è toccato a Merino e sarà sempre così considerate le qualità del peruviano che promette fin da ora una stagione da assoluto protagonista. Prova a fargli il verso anche il giovane Caputo, un tipo sveglio, affamato di gol. La tripletta messa a segno contro i generosi dilettanti del CF Curis ne dà un’idea. Per il momento Caputo sopravanza Ferraro che, però, ha raccolto la sfida siglando anche lui, nella ripresa, altrettanti gol. Note a margine. Fermi ai box per motivi precauzionali Kyriazis e Pepe, indisponibile Peccarisi la cui situazione fisica sarà valutata con maggiore attenzione visto che la Salernitana ha grande bisogno di centrali, le note più interessanti provengono dai giovani. E se i brasiliani Tiago e Oprey fin qui non hanno destato alcun interesse, impalpabili e astratti, Statella cresce di giorno in giorno, Enrico Pepe è un difensore di buone prospettive. Meritevoli di menzione speciale Carcuro e Cartone che, impegnati nella ripresa dell’amichevole contro il CF Curis hanno rubato la scena meritando i complimenti di Brini.

Lascia un Commento