SALERNO – Lombardi mantiene l’impegno, preso il cavalluccio

Antonio Lombardi ha mantenuto l’impegno preso mercoledì davanti ai tifosi. Questa mattina il patron granata s’è presentato presso la sezione del tribunale fallimentare di Salerno per depositare la sua offerta per l’acquisizione dell’ippocampo. Accompagnato dal suo legale di fiducia, l’avvocato Malinconico, Lombardi ha varcato la soglia del tribunale alle 11.20. Ad attenderlo c’erano alcuni tifosi che lo hanno salutato e ringraziato per aver finalmente rotto gli indugi sull’ormai annosa questione del simbolo del calcio salernitano, ma ciò non è bastato per restituire il sorriso al massimo dirigente granata che, stando al racconto dei presenti, era di umore a dir poco pessimo. Non c’è dubbio che gli strascichi dell’incontro pubblico di mercoledì, la polemica ormai aperta con il Sindaco De Luca, gli attacchi giuntigli da tutte le parti, anche da chi gli si era sempre schierato al fianco, lo hanno segnato nel profondo. Lombardi, dunque, sta per riportare il cavalluccio sulle maglie della Salernitana. La sua, a quanto pare, è l’unica offerta pervenuta e lunedì mattina, all’apertura della busta, il giudice delegato dovrebbe aggiudicare l’ippocampo per la cifra fissata come base d’asta, ovvero 300 mila euro più iva che Lombardi dovrà provvedere a versare entro 60 giorni. Il prossimo 19 giugno, quando la Salernitana taglierà il traguardo dei 90 anni di vita, l’ospite d’onore sarà proprio il cavalluccio marino. Questo, però, non basta per diradare le nubi sul futuro del club. Lunedì mattina l’ippocampo, in serata, poi, la ricapitalizzazione. L’inizio della prossima settimana si annuncia molto intenso per il presidente granata che insieme al vice Murolo deve ripianare le perdite e rispettare scadenze inderogabili. Entro il 30 giugno la società dovrà dimostrare di essere in regola con emolumenti e versamenti previdenziali ai propri tesserati al 30 marzo 2009. Entro il 6 luglio, invece, dovrà regolarizzare la sua posizione davanti alla Covisoc. Il tutto senza dimenticare l’aspetto tecnico. Arriverà pure il momento in cui bisognerà cominciare quanto meno ad immaginare il futuro della Salernitana. Arriverà, dunque, il tempo delle scelte su Fabiani, Brini, Merino, solo per citare i protagonisti principali di questa calda fine di primavera.

Lascia un Commento