SALERNO – Le stazioni della Metro abbandonate. De Luca: colpa della Regione, vive nella preistoria.

Nel giorno in cui doveva esserci l’incontro napoletano per discutere sul futuro della Metropolitana salernitana, poi saltato, il sindaco di Salerno Vincenzo De Luca torna a puntare il dito accusatorio contro la Regione. Il microfono è quello di S come Salerno, la trasmissione settimanale di Radio Alfa in onda ogni giovedì alle 12,45. De Luca torna in particolare sull’episodio di teppismo avvenuto alla stazione di Mercatello della Metropolitana (un incendio partito da un materasso che ha danneggiato la struttura): "non è importante ora sapere chi è questo criminale che ha appiccato il fuoco. Siamo in una fase di imbarbarimento della vita sociale del nostro paese. Dovremmo ricominciare da zero, dalla famiglia. Questo è solo l’ultimo dei casi registrati. Ricordiamo anche quelli che vanno a rubare i cavi di rame dalle stazioni. Il vero colpevole è la Regione. Se lasci una struttura praticamente finita abbandonata per due anni, è fisiologico che prima o poi qualche balordo la prenda di mira. Il comune di Salerno e i Salernitani hanno subito dalla Regione una violenza indegna".
De Luca ricorda che basterebbe solo riattivare la delibera della precendente giunta e il gioco sarebbe fatto. "Ce la vedremo noi con FS, senza che la Regione debba pagare un centesimo, ma sapete bene con chi abbiamo a che fare. La Regione è il nulla e nulla decide se non piccole clientele. Io sono d’accordo a finanziare il recupero di Città della Scienza ma non accetto questa sorta di discriminazione nei nostri confronti". Ma ora chi li paga i danni? "La struttura di fatto non è ancora stata trasferita alla competenza del comune ma appartiene ancora alla ditta che l’ha edificata. Sapete come andrà a finire? Ci sarà un contenzioso e si perderà ancora altro tempo. Sempre colpa della Regione. Doveva esserci una ribellione generale anche da parte di tutti i consiglieri regionali di ogni schieramento, ma questi dormono in piedi. Dovrebbe essere la Regione a chiamare Salerno per risolvere il problema della rete dei trasporti regionali e invece….la burocrazia dipende dal comando politico. Chi governa può decidere i tempi. Ma qui bisogno fare un percorso di guerra. La Regione Campania vive nella preistoria"
Nella puntata di oggi De Luca ha trattato anche i temi delle aree alienabili del comune con le sue considerazioni sulle polemiche per l’inserimento di Piazza Mazzini nell’elenco delle aree da mettere all’asta.

Ascolta la puntata in Podcast

Lascia un Commento