Salerno: Lavoratori del CSTP si incatenano davanti alla Provincia

Protesta spontanea questa mattina di alcuni lavoratori del CSTP, l’azienda di trasporto pubblico di Salerno e provincia, in amministrazione straordinaria. I lavoratori si sono incatenati alle colonne davanti all’ingresso di Palazzo San’Agostino, sede della provincia di Salerno. Al centro della protesta il mancato svolgimento del Consiglio provinciale che doveva affrontare la questione della ricapitalizzazione del CSTP. I lavoratori hanno fatto sapere che l'Ente di Palazzo Sant'Agostino deve ancora versare circa 700mila euro all'azienda.
Sabato scorso, nel mirino delle critiche dell’assessore alla Mobilità del comune di Salerno, Cascone, era finita proprio la Provincia per il mancato inserimento nell’Ordine del Giorno del Consiglio Provinciale del punto sulla ricapitalizzazione del CSTP. Cascone ha ricordato che l’Ente ancora deve garantire la copertura del 10% per il 2014 delle risorse dello scorso anno, per scongiurare tagli ai servizi.
I lavoratori del Cstp hanno poi deciso di sospendere la protesta dopo aver ottenuto un incontro in cui gli è stato comunicato che il Consiglio provinciale, con all'ordine del giorno la ricapitalizzazione del CSTP, si terrà giovedì 13 marzo, alle 9:30. Successivamente i lavoratori sono stati convocati anche  dall'assessore ai Trasporti Cuozzo che ha confermato la riunone del Consiglio provinciale.

Lascia un Commento