SALERNO – Lavoratori del Consorzio SA2 sul tetto dello stabile di Salerno Pulita

Diventa sempre più tesa la protesta dei lavoratori del Consorzio di Bacino SA2 che questa mattina avevano messo di trasverso un mezzo davanti al cancello del sito di Ostaglio per impedite l’uscita degli autocompattatori. Alcuni lavoratori si sono recati presso la sede di Salerno Pulita e sono saliti sul tetto per protesta (foto). Altri sono rimasti all’ingresso dove sono schierati anche alcuni agenti di Polizia a sicurezza dell’area. In contemporanea si è svolta una riunione in Prefettura. L’incontro, doveva essere solo una ratifica ufficiale di quanto deciso ieri sera alla presenza di diversi sindaci, ma a questo punto è diventata risolutoria per quanto sta accadendo nella zona orientale del capoluogo. Ad Ostaglio, a parlare con i lavoratori, anche l’assessore comunale all’ambiente Calabrese che ha chiesto le dimissioni del commissario Corona, accusandolo del clima di tensione che si è venuto a creare. 

Ma a chiedere le dimissioni di Corona sono anche i lavoratori del Consorzio e di Salerno Pulita che questa mattina hanno atteso l’esito dell’incontro in Prefettura: il sindacato della CGIL Funzione Pubblica avrebbe accettato il pagamento di una metà dello stipendio entro dieci giorni e l’altra metà entro il 10 ottobre. Ma non tutti i lavoratori ci stanno. La maggioranza chiede infatti stabilità per il loro futuro.

Prima conseguenza della protesta è stato lo stop nella raccolta dei rifiuti. Questa mattina sono stati raccolti i rifiuti indifferenziati solo in alcuni piccoli comuni, tra cui Albanella e Acerno. Ferma la raccolta a Salerno, S.Cirpiano Picentino, Pontecagnano e Giffoni Valle Piana.

ulteriori aggiornamenti sulla vertenza nel corso della giornata du RADIO ALFA

Lascia un Commento