Salerno: Laurea Bonanni, per la Uil era meglio un incontro con Giannini o Renzi

"Se invece di consegnare la laurea honoris causa a Raffaele Bonanni ci preoccupassimo dei finanziamenti persi per la riqualificazione della Salerno-Avellino, dello stanziamento per il progetto delle due stazioni ferroviarie nel campus, dei collegamenti tra l’Ateneo e la restante parte della provincia, della bretella della metropolitana per la Valle dell’Irno?" Lo ha scritto in una nota il segretario provinciale della Feneal Uil, Patrizia Spinelli che suggerisce di chiedere a Bonanni di sapere come mai gli 88 milioni che erano destinati al prolungamento della metropolitana di Salerno dallo stadio Arechi fino a Pontecagnano furono poi assegnati al Mose di Venezia finito nell’occhio del ciclone. Sarebbe stato meglio, sottolinea la Spinelli, promuovere una giornata di confronto e di discussione con il ministro Giannini e perché no con lo stesso premier Renzi, per affrontare i temi delicati dell’Università e del sistema delle opere di tutta la Valle dell’Irno. Manifestazioni come quella che andrà in scena lunedì prossimo all’Università, scrive ancora la Spineli, fanno arretrare, dal punto di vista politico e sociale, il nostro territorio e la nostra università a un sistema che era in auge solo negli anni della prima Repubblica.

Lascia un Commento