SALERNO – L’ASL riprende a pagare i fornitori. Sospesa la serrata delle farmacie

L’Asl Salerno ha avviato la soluzione del blocco fondi per pignoramenti che impediva le normali attività, a causa della mancanza di flussi finanziari per pagare i fornitori. È emerso nel corso di una riunione tra l’Asl Salerno e le associazioni di categoria della sanità privata. Grazie ad una sintonia operativa tra l’Azienda e l’Istituto Tesoriere Monte dei Paschi, è stato intrapreso un percorso di collaborazione finalizzato a normalizzare i pagamenti per le prestazioni fornite. È stato deciso, tra le altre cose, di prevedere il pagamento della mensilità di gennaio 2011 per gli associati della sanità privata, e di prevedere il pagamento della mensilità di marzo 2011 per i titolari di farmacia convenzionata. Sarà garantito il pagamento di una mensilità ai fornitori dei servizi inderogabili e il riconoscimento delle spettanze ai destinatari di emolumenti per fondi vincolati. E in seguito alla riunione, Federfarma ha deciso di sospendere la giornata di serrata che era in programma per domani, e quindi le farmacie domani saranno regolarmente aperte. La decisione è stata assunta dai rappresentanti dei 309 farmacisti di Salerno e provincia dopo l’incontro con il Commissario dell’Asl, Maurizio Bortoletti, che ha assicurato il pagamento di due delle otto mensilità arretrate: la prima sarà erogata subito, la seconda dopo un incontro che si terrà alla fine del mese.

Lascia un Commento