SALERNO – La Salernitana domani affronta il Vicenza, incerta la presenza di Fava

La scarsa incisività offensiva della Salernitana è acuita in questa delicata fase della stagione dalla carenza di soluzioni in prima linea, dove Fabrizio Castori ha perso in rapida successione prima Turienzo e poi Fava. Quest’ultimo ne avrà per almeno un mese dopo l’intervento chirurgico alla mandibola, mentre l’argentino sarà tenuto sotto costante osservazione, dallo staff medico, per capire se il problema agli adduttori potrà essere superato in tempo utile per arruolarlo in vista della sfida di domani all’Arechi contro il Vicenza. In caso contrario, Castori dovrà decidere se ripresentare Di Napoli punta unica, con Scarpa a sostegno, o se, più probabilmente, lanciare nella mischia il baby Gerardi. Consapevole dei limiti strutturali, il tecnico marchigiano prova così a mantenere il pugno fermo provando ad ignorare l’umorolità che ha fatto da contorno al primo quarto di stagione. Chiusa in se stessa, blindata da un silenzio stampa anche incomprensibile, la Salernitana prova a rialzare il capo a prepararsi all’ennesimo esame da grande, esame che Castori ancora una volta dovrà però affrontare all’insegna dell’emergenza. Lunga ed importante la lista degli indisponibili per la gara di domani contro la squadra dell’ex Gregucci, all’emergenza attacco già citata, si aggiungono anche altre assenze pesanti come quelle di Soligo, Marchese e Barrionuevo, mentre Fusco e Kyriazis sono in forse, riuscisse a recuperare almeno uno dei due difensori, probabilmente Fusco, Castori sarebbe l’allenatore più felice del mondo.

Lascia un Commento