Salerno: La Fondazione Michael J. Fox finanzia un progetto dell’Ateneo salernitano

Importante riconoscimento internazionale per i ricercatori salernitani del dipartimento di Medicina e Chirurgia e neurologa del Centro per le Malattie Neurodegenerative diretto dal Prof. Paolo Barone. La Fondazione statunitense Michael J. Fox ha infatti finanziato il progetto della ricercatrice Maria Teresa Pellecchia che è rivolto all’identificazione di nuovi marcatori per il declino cognitivo nella malattia di Parkinson. Il Declino cognitivo è infatti uno dei più importanti sintomi non motori della malattia di Parkinson e può evolvere in una vera e propria demenza nel 40-50% dei pazienti.
Lo studio dei biomarcatori nei disordini neurodegenerativi, come la malattia di Parkinson, è uno dei principali temi della ricerca attuale ed è importante sia a fini diagnostici che per lo sviluppo di nuovi farmaci in grado di rallentare la progressione di malattia.
Il Centro per le malattie neurodegenerative dell’Università di Salerno è l’unico centro italiano coinvolto nello studio internazionale, che coinvolge più di 25 gruppi di ricerca nel mondo.
Il rettore dell’Università di Salerno Tommasetti nel commentare la buona notizia ha detto che conferma l’importanza di una rapida e completa integrazione tra la componente universitaria e quella ospedaliera della nostra Azienda, e dimostra come i finanziamenti per la ricerca scientifica possano produrre ricadute positive anche per l’assistenza sanitarie e, dunque, innalzare la qualità delle prestazioni ospedaliere.
 

Lascia un Commento