SALERNO – La finanza confisca beni per 28 milioni di euro

Beni mobili ed immobili per un valore di circa 28 milioni di euro sono stati sottoposti a confisca definitiva dal G.I.C.O. della Guardia di Finanza di Salerno. Si tratta di fabbricati, appartamenti e terreni, complessi aziendali, autovetture e conti correnti intestati o riconducibili ad Antonio Campione, noto imprenditore di Battipaglia, coinvolto nell’inchiesta California, accusato di aver reinvestito i proventi illeciti del “clan Maiale”.

La confisca dei beni, che si aggiunge ai sequestri preventivi già eseguiti nel corso del 2007 e 2008, è il frutto di un lavoro di ricostruzione che ha consentito di acclarare – sostiene la Guardia di Finanza – le modalità e le tecniche attraverso le quali Campione, in mancanza di una idonea capacità reddituale, aveva accumulato un ingente patrimonio, reinvestendo milioni di euro derivanti dalle estorsioni e dall’usura perpetrate dal “clan maiale”, ricorrendo sistematicamente allo schermo societario, nonché alla fittizia interposizione dei parenti più prossimi.
Il patrimonio confiscato sarà trasferito all’agenzia nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata.

Lascia un Commento