Salerno, la Comunità di Sant’Egidio ricorda le vittime della povertà

Radio ALFA, LIVE • LOCAL • SOCIAL
Skill Alexa di Radio Alfa per dispositivi Amazon Echo

La Comunità di Sant’Egidio oggi ricorda a Salerno tutte le persone morte a causa della povertà e della vita in strada, con una Messa ed un incontro a pranzo con i poveri. L’appuntamento è alle 11, presso la Chiesa del Gesù Redentore, in via Francesco Carnelutti. 

Di recente a Salerno hanno perso la vita per queste ragioni, un giovane bengalese di nome Dipo; Mariana di origini rumene; Julian, Salah, Svilen ed altri. Decessi che ripropongono il dramma della solitudine e della povertà nelle nostre città. Tanti, troppi, muoiono ancora nel bisogno e nell’abbandono. Ma nessuno va dimenticato. 

 

Da più 30 anni la Comunità di Sant’Egidio ricorda nelle città dove è presente le vittime della vita in strada. 

A Salerno il servizio di aiuto alle persone in strada impegna la Comunità di Sant’Egidio due volte la settimana, con circa 80 persone raggiunte dai volontari con la distribuzione di pasti, coperte e vestiario.

 La liturgia di questa mattina a Gesù Redentore è dedicata simbolicamente a Felix, romeno, uno dei primi amici senza fissa dimora conosciuti dalla Comunità a Salerno: sempre allegro e cordiale, era stato operaio edile, fino all’incidente che lo aveva messo per strada. Dormiva con i familiari in un vagone in disuso alla stazione di Salerno. La mattina del 21 agosto 2014 morì, a 40 anni, poco dopo il ricovero in ospedale. 

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su FacebookTwitter e Instagram.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Vipnet, la soluzione per internet e voip senza linea fissa

Lascia un Commento

Contattaci whatsapp