SALERNO – Italia Nostra chiede spiegazioni alla Soprintendenza sul Porticciolo di Pastena

Non c’è pace per le opere pubbliche in corso di realizzazione a Salerno. Dopo la vicenda del Cescent e piazza della libertà, tra ricorsi e contro ricorsi al TAR e Consiglio di Stato, cedimenti strutturali e accuse, ora nel mirino delle associazioni ambientaliste è finito il porticciolo di Pastena. Italia Nostra ha chiesto alla Soprintendenza ai Beni Architettonici e Paesaggistici di Salerno ed Avellino di poter accedere agli atti e di avere copia dei provvedimenti adottati finora sull’opera in via di realizzazione. Alla base della richiesta ci sarebbe la volontà di chiarire l’esistenza sulla zona di un vincolo paesaggistico dal lontano 1957.

Lascia un Commento