Salerno, intitolato al benefattore Filippo Gagliardi uno slargo a Torrione Alto

Cerimonia di intitolazione questa mattina a Salerno dello slargo tra via Del Pezzo e via Stanzione, nel quartiere Torrione Alto, a Filippo Gagliardi, benefattore italo-venezuelano originario di Montesano sulla Marcellana.

Nell’ottobre del 1954 Gagliardi mise a disposizione mezzi e risorse per rimuovere le macerie dell’alluvione che devastò Salerno rendendo possibile così la costruzione di cinque palazzine per i senzatetto in via Santa Margherita a Pastena. Nel dopoguerra, per aiutare la ricostruzione dell’Italia ridotta in rovina, elargì 85 mutui venticinquennali, estensibili a cento anni e ad interesse zero, a diversi comuni che poterono avere così acqua, luce e i mezzi necessari per riavviare la loro economia dando lavoro anche a migliaia di disoccupati. Donò risorse anche in seguito all’alluvione del Polesine nel 1951. Furono poi infinite le elargizioni alla Chiesa e alle attività sociali per la costruzione di asili, scuole, caserme.

Molte sue opere di beneficenza furono fatte in onore della madre Marianna Di Giuda, nota come “Mamma Gagliardi”, il cui nome compare anche nello slargo intitolatogli oggi a Salerno. Filippo Gagliardi morì nel 1968, all’età di 56 anni. 

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento