SALERNO -Intervento salvavita al San Giovanni di Dio e Ruggi D’Aragona

Intervento salvavita dei medici dell’Ospedale Ruggi d’Aragona di Salerno. Nella struttura complessa di Neuroradiologia l‘equipe diretta dal dottor Renato Saponiero ha eseguito un delicato ed eccezionale intervento su un uomo di 45 anni, di nazionalità rumena.

Era giunto al Ruggi in condizioni disperate in quanto presentava una emorragia causata dalla rottura di un aneurisma del “circolo posteriore vertebro basilare”. I medici spiegano che per la sua localizzazione era quasi impossibile trattarlo per via chirurgica, per cui ha richiesto per il trattamento endovascolare l’adozione di una tecnica che prevede l’impianto di uno stent (rete metallica per ricomporre la parete arteriosa) e delle classiche spirali per riempire la sacca aneurismatica. Il paziente presto potrà tornare a casa.

Il tutto è stato possibile, spiega il dott. Saponiero, in virtù di un continuo aggiornamento e miglioramento delle tecniche, all’adozione dei più innovativi presidi offerti continuamente dalla ricerca tecnologica e farmaceutica ed anche dal grande impegno dei vertici della Direzione strategica aziendale.

Lascia un Commento