SALERNO – Infiltrazioni di acqua in Corte d’Appello, faldoni asciugati con stufette

Cresce la protesta del personale della Corte di Appello di Salerno alle prese da tempo con le infiltrazioni di acqua piovana negli uffici. I dipendenti sostengono di essere costretti ad asciugare i faldoni dei documenti bagnati con delle stupefette elettriche. Salerno come Giarre, con la differenza che la situazione del tribunale di Giarre è all’attenzione del parlamento e del ministro della Giustizia. Il problema delle infiltrazioni d’acqua nel cosiddetto “corpo aggiunto” del Tribunale di Salerno, andrebbe avanti da sei anni. Le infiltrazioni avrebbero già causato danni ai computer, alle stampanti ed alla rete elettrica, per non parlare delle scrivanie in legno truciolato e formica, che adesso sono gonfie. Stessa sorte anche per gli scaffali d’archivio, sempre più ricurvi per il peso delle carte bagnate. Una situazione che incide anche sulla salute dei dipendenti che oggi protestano perché ridotti a lavorare in ambienti scarsamente areati, maleodoranti e pieni di umidità.

Lascia un Commento