Salerno – Indagini sul derby. Nelle prossime ore si attendono novità

Negli uffici della Digos di Salerno si stanno visionando decine di filmati e fotografie per identificare altri responsabili delle minacce che hanno preceduto il derby-farsa Salernitana-Nocerina. Le indagini però si rivolgono anche alla settimana che ha preceduto la partita, settimana nel corso della quale alcuni gruppetti di tifosi avrebbero avvicinato calciatori e dirigenti "invitandoli" a dare un segnale forte contro la decisione di vietare la presenza sugli spalti dello stadio Arechi di Salerno dei supporters "molossi". Secondo gli investigatori, in pratica, le intimidazioni a calciatori e dirigenti della Nocerina potrebbero essere partite già alcuni giorni prima e poi solo "ricordate" domenica mattina all’esterno del ritiro della squadra a Mercato San Severino. Sugli eventuali sviluppi al momento gli investigatori mantengono il massimo riserbo. Intanto c’e’ da registrare l’appello

del viceministro dell’Interno Filippo Bubbico lanciato alla Figc di firmare il Protocollo di legalità per la prevenzione dell’infiltrazione mafiosa nelle società sportive. Per Bubbico il problema non è solo la sicurezza degli stadi, la gestione della tifoseria violenta e la necessità di spezzare le contiguità tra i clan e le società sportive, ma la ricostituzione di un sistema di valori ai quali il calcio non deve rinunciare".

Lascia un Commento