Salerno: Indagini su contestazioni al Vescovo Moretti

Sarebbero tredici gli avvisi di garanzia approntati dalla Procura di Salerno, a carico di altrettante persone che potrebbero presto esser chiamate a rispondere di turbativa di manifestazione religiosa ed offese a un ministro del culto, in seguito ai fatti di San Matteo dello scorso 21 settembre. Il pubblico ministero Francesca Fittipaldi a cui il neo procuratore Corrado Lembo ha affidato quella che ormai sembra essere a tutti gli effetti un’inchiesta, potrebbe decidere di iniziare ad ascoltare i tredici indagati già nei prossimi giorni. Di questi, tre o quattro sarebbero portatori, la restante parte sono persone già note alle forze dell’ordine sia per piccoli precedenti per droga che per disordini verificatisi nel corso di manifestazioni sportive ed in particolare vicini ad ambienti ultrà della Salernitana. Le indagini sono state portate avanti dal capo della Digos di Salerno Luigi Amato e si sono concentrare soprattutto sul materiale fotografico e video della celebrazione religiosa. La promessa del procuratore Lembo trova così la sua concretizzazione: “prenderemo i rivoltosi che hanno ferito questa città- aveva detto all’indomani dei disordini verificatisi nel corso della processione- e prenderemo provvedimenti per cancellare questi personaggi dalle cronache salernitane”.

Lascia un Commento