SALERNO – Indagato un 43enne per tentata estorsione, lesioni aggravate ed ingiurie

Gli agenti della Divisione Anticrimine della questura di Salerno hanno notificato l’avviso di conclusione delle indagini a un operaio, salernitano di 43 anni, indagato per tentata estorsione, lesioni aggravate ed ingiurie nei confronti di un cittadino pakistano. Le indagini sono partire dopo le denunce di quest’ultimo, titolare di un negozio nel centro di Salerno. L’indagato, nel luglio del 2008, ha prima ingiuriato con epiteti razzisti il pakistano e poi lo ha minacciato chiedendogli del danaro, e mimando con la mano il gesto di puntargli una pistola. Il 43enne si è poi ripresentato il mese seguente nel negozio del pakistano, colpendolo con pugni al volto e danneggiando il computer e prodotti esposti sui banchi vendita. L’ultimo episodio di violenza, risale al giorno 12 ottobre scorso, quando, l’indagato, sempre presso l’attività commerciale del pakistano, lo ha prima oltraggiato con frasi ingiuriose ed offensive, e poi gli ha chiesto denaro colpendolo al volto sia con alcuni oggetti presi dai banchi espositori, sia con un casco da motociclista, procurandogli lesioni giudicate guaribili dai sanitari in sette giorni.

 

Lascia un Commento