Salerno: Inchiesta sul consorzio farmaceutico, Squillante indagato

Il direttore generale dell’Asl Salerno, Antonio Squillante, è stato iscritto nel registro degli indagati dalla Procura della Repubblica di Salerno per le accuse di corruzione, abuso d’ufficio e false comunicazioni sociali con alterazioni dei dati di bilancio. Le indagini riguardano il periodo in cui Squillante gestiva il Cofaser, il Consorzio farmaceutico che riunisce sette farmacie comunali nell’Agro nocerino sarnese. L’indagine, coordinata dal sostituto procuratore Vincenzo Montemurro, è scaturita da quella che ha riguardato il tesseramento del Pdl salernitano. Al centro delle indagini dell’Antimafia vi sarebbero non solo una serie di consulenze attribuite da Squillante fra il 2006 e il 2011, ma soprattutto una presunta alterazione dei dati contabili del Consorzio.

Inoltre tra le persone coinvolte vi sarebbe anche l’attuale presidente della Provincia di Salerno, Antonio Iannone, quando nel 2007 era presidente provinciale di Azione Giovani e avrebbe beneficiato di un incarico attraverso un contratto di collaborazione a progetto per realizzare uno studio di fattibilità per l’apertura di una nuova farmacia.

Lascia un Commento