Salerno: Inchiesta Chernobyl, in 38 a giudizio

Saranno processati in 38 per i reati contestati nell’ambito dell’inchiesta Chernobyl, riguardante lo smaltimento illegale di rifiuti nei territori della provincia di Salerno, di Avellino, Benevento Foggia. Il giudice dell’udienza preliminare del Tribunale di Salerno, Dolores Zarone, oggi ha deciso il rinvio a giudizio di 38 imputati per disastro ambientale e traffico illecito di rifiuti. Il gup ha accolto la richiesta di rinvio a giudizio formulata nella fase preliminare dai pm Rocco Alfano, Mariacarmela Polito e Giancarlo Russo.

I reati, secondo l’accusa, sono stati commessi tra il gennaio del 2006 e il luglio del 2007. Il processo in primo grado avrà inizio il prossimo 9 aprile presso la terza sezione del Tribunale di Salerno. Il giudice Zarone ha ammesso le costituzioni di parte civile e ha rigettato la richiesta di incidente probatorio avanzata dalla difesa, per una verifica di sussistenza del reato ambientale di inquinamento da rifiuti pericolosi; rigettata anche l’eccezione di competenza territoriale avanzata dai difensori degli imputati.

Lascia un Commento