Salerno: Il porto usato per il traffico di droga dal Nicaragua

Trasportavano la droga, per lo più cocaina, all'interno di blocchi di pietra che giungevamo in Italia a bordo di navi cargo provenienti dal Nicaragua che attraccavano al porto di Salerno, usati in cantieri di una ditta della provincia di Roma. A smantellare il traffico di droga sono stati i carabinieri che hanno fatto scattare le manette a 20 persone, ritenute responsabili a vario titolo dei reati di associazione per delinquere, transnazionale, finalizzata al traffico internazionale di sostanze stupefacenti e associazione per delinquere finalizzata alla commissione di reati contro il patrimonio. Il gruppo criminale romano offriva ai narcotrafficanti una piattaforma logistica e di servizi, capace di garantire le importazioni di droga via mare. La cocaina sbarcava a Salerno, e talvolta a Civitavecchia, e poi veniva portata nel cantiere della ditta edile romana coinvolta a Lanuvio, dove veniva estratta dalle pietre e quindi consegnata alle organizzazioni criminali committenti che ne curavano il trasporto e lo smercio in altre localita' italiane.

Lascia un Commento