Salerno – Il Pd Salernitano a Congresso; il renziano Sergio Annunziata chiede aria nuova

Sergio Annunziata, già sindaco e attuale vice-sindaco di Atena Lucana, renziano dalla prima ora, suona la carica in vista delle imminenti scadenze che si avvicinano per il PD Salernitano, tra congresso, primarie ed elezioni del segretario provinciale.
“Congresso vero senza giochi e compravendita di tessere e aria nuova nel partito con politica nuova e fuori dalle vecchie logiche di spartizione”, dichiara Annunziata ricordando che proprio queste logiche hanno segnato nel tempo la crisi dei partiti e sopratutto la grande crisi del PD che arranca nel superare nettamente quello che il renziano Sergio Annunziata definisce "un confuso inconcepibile Pdl nelle competizioni elettorali".
Per Annunziata ci vuole un nuovo corso vero che, seppur nei valori di nascita del Pd, deve imprimere forza e andare nella strada "intelligentemente indicata" dal sindaco di Firenze Matteo Renzi e che il popolo italiano,visibile nei sondaggi,vuole e attende. “Oggi l’unico nemico del Pd per giungere alla vittoria elettorale e per prendere in mano la guida del paese è il PD”, ammette Annunziata secondo cui il Partito oggi “in modo elefantiaco serve per mantenere posti di potere ai soliti pochi noti”.
L’amministratore e imprenditore valdianese è certo che l’unica strada da seguire per tornare alla guida del Paese e ridare speranza agli italiani è quella tracciata da Renzi.
Sergio Annunziata fa anche le proprie considerazioni su M5S e Pdl definendoli “movimenti incapaci di dare minima risposta politica in ogni campo tranne che per annunci-effetto su cose inutili”. “Noi dobbiamo e siamo – aggiunge il renziano Annunziata – partito di Governo e non di protesta”.
Sergio Annunziata invoca lo spirito renziano e l’intelligenza dei tanti rappresentanti politici a vari livelli per aprire una nuova gestione e stagione del Pd, altrimenti destinato ad una lenta agonia, cogliendo l’occasione che arriva dal congresso provinciale del partito.

Lascia un Commento