SALERNO – Il Museo Diocesano presenta i tesori del Medievo e del Rinascimento

Il Museo Diocesano “San Matteo” di Salerno riapre le sue sezioni Medievali e Rinascimentali proponendo un nuovo percorso con il suo ricco patrimonio costituito dalla collezione diocesana, in particolare il “corpus” che testimonia lo sviluppo dell’arte meridionale dal Medioevo ai primi inizi del Seicento. Fra le altre opere, verrà esposto il dipinto su tavola con l’Adorazione dei Magi e la lunetta con la Santa Elena, realizzati da Andrea Sabatini per il Duomo di Salerno nella prima metà del Cinquecento. Tra i cimeli, celebre e di assoluta unicità, è il ciclo degli avori, databile tra l’XI e il XII secolo, che costituisce la più completa raccolta di tavolette eburnee del Medioevo cristiano esistente al mondo. La presentazione del nuovo percorso museale è in programma domani 22 dicembre, alle 17.30, nella sala conferenze del museo di Largo Plebiscito, alla presenza dell’arcivescovo Luigi Moretti, dei soprintendenti Maura Picciau e Gennaro Miccio, del sindaco di Salerno Vincenzo De Luca, del direttore del Museo Diocesano, monsignor Mario D’Elia, e dell’incaricato regionale per i Beni culturali ecclesiastici, monsignor Ernesto Rascato. Le collezioni verranno poi illustrate da Pierluigi Leone de Castris, docente di Storia dell’Arte all’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli, considerato uno dei maggiori esperti del Rinascimento Meridionale

Lascia un Commento