Salerno: Il Codacons chiede la chiusura immediata delle Fonderie Pisano

Il Codacons ha inviato una lettera appello al ministro dell’ambiente, al sindaco di Salerno e alla Procura in cui si chiede l’immediata chiusura delle Fonderie Pisano. Secondo il responsabile dell'Ufficio Legale del Codacons, Matteo Marchetti, infatti i test effettuati dall’Arpac confermano che le fonderie Pisano sono altamente inquinanti e dunque, scrive, "ora chiediamo che vengano prima sequestrate e poi chiuse". Marchetti invita la magistratura ad accertare "le inadempienze e omissioni degli organi preposti ai controlli per sapere perché solo ora si rivelano questi sforamenti quando l’attività industriale è lì esistente da decenni".
Così come deciso anche dal Comune di Pellezzano, anche il Codacons, lunedì 9 giugno, quando in Tribunale inizierà il processo a carico delle Pisano per l’inquinamento dell’atmosfera, si costituirà parte civile.

Lascia un Commento