SALERNO – Il campionato prima di tutto

Congelate le posizioni di Castori e Fabiani, la Salernitana prova a guardare oltre, a concentrare le proprie attenzioni sui prossimi impegni di campionato quelli che daranno anche la dimensione esatta e definitiva delle decisioni da assumere. "E’ giunto il momento – osserva Vittorio Murolo – di seguire con maggiore attenzione e presenza fisica le vicende della squadra. Di questo – prosegue – ne ho già parlato ad Antonio (Lombardi ndr) ed anche lui è in sintonia con questa decisione. La posta in palio è importantissima e il momento troppo delicato per comportarsi in maniera diversa". Tutti sotto esame, per quanto certe decisioni siano state in qualche modo già assunte. Perchè Castori conoscerà in maniera definitiva il suo destino al termine delle prossime due partite mentre a Fabiani è stata già "stracciata" la carta bianca sulle operazioni di mercato che il club granata porrà in essere alla riapertura delle liste di trasferimento. Ma tutto ciò avverrà solo nelle prossime settimane, dopo la gara in programma a Livorno per la quale Castori conta di presentare in campo una formazione migliore sotto l’aspetto tattico. Ancora fuori causa Fava e Barrionuevo, in dubbio Peccarisi che solo in giornata si riaggregherà alla squadra dopo un breve periodo di cure trascorso a Cesena, Fabrizio Castori ha cominciato ad inquadrare la trasferta di Livorno facendo la conta dei disponibili. La situazione dell’infermeria sembra, nel complesso, volgere al bello visto che il centravanti ex Treviso ed il centrocampista Argentino sono gli unici ancora ai box e, specie nel caso di Fava, vedono vicino il momento del ritorno. In mediana, invece, si valuteranno giorno per giorno le condizioni di Soligo che, dopo lo spezzone con il Parma, potrebbe tornare titolare accanto a Pestrin. Castori dovrebbe confermare il 4-4-2 con Turienzo e Di Napoli in avanti. Per la gara del Picchi, Castori potrà contare sul rientro di Fusco che guiderà il pacchetto arretrato che si ripresenterà, dopo diverso tempo, nel suo assetto originario. Si spera che anche il rendimento torni quello della prima fase di stagione, quando la Salernitana si segnalava per la sua buona tenuta difensiva. Evitare distrazioni ed errori, che sono stati pagati a caro prezzo nelle ultime settimane, è l’imperativo in casa granata.

Lascia un Commento