Salerno: I militari campani della Garibaldi ad Herat

Cambio al comando del contingente italiano di Isaf questa mattina ad Herat, in Afghanistan. Con gli onori alla bandiera di guerra del primo reggimento bersaglieri e allo stendardo di combattimento del quinto reggimento Aves "Rigel", oggi la cerimonia di avvicendamento tra la brigata "Sassari" e la brigata bersaglieri "Garibaldi" alla guida del Train Advise Assist Command West, il comando Nato multinazionale e interforze a guida italiana responsabile della missione Isaf. Alla cerimonia, che ha sancito il passaggio del testimone tra il generale Manlio Scopigno e il generale Maurizio Angelo Scardino, ha partecipato anche il Capo di Stato Maggiore della Difesa, Ammiraglio Luigi Binelli Mantelli. Da oggi dunque, per i prossimi sei mesi, i militari campani della Garibaldi, di cui molti di istanza al Reggimento Guide di Salerno ed a Persano, lavoreranno per chiudere la missione durata oltre 10 anni. Settimane di lavoro intenso per le operazioni di rientro in Italia degli uomini ed il ripiegamento dei mezzi e dei materiali che giungeranno tutti al porto di Salerno. Un'operazione logistica estremamente impegnativa, la più complessa che le Forze Armate italiane abbiamo condotto dalla fine della Seconda guerra mondiale.

Lascia un Commento