SALERNO – I 50+1 anni delle Arti Grafiche Boccia

Le Arti Grafiche Boccia, di Salerno, compiono 51 anni, e nel corso di una tavola rotonda sono stati presentati i dati che sottolineano un’eccellenza campana e nazionale sempre in crescita, nonostante la congiunta negativa: In dieci anni, dal 2001 al 2011, si è passati da 9 milioni a 45 milioni di fatturato, e dai 65 occupati ai 230 di oggi.
Orazio Boccia, cavaliere del lavoro, che oggi ha 80 anni, titolare con i figli dell’azienda, si definisce uno ‘scugnizzo’ e a tutti, anche in un periodo di fortissima crisi come questo, dice di “non mollare mai”. Lui, in effetti, non lo ha proprio mai fatto. E non è certo un caso se oggi, alla presenza, tra gli altri, del presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia, ha festeggiato i 50 anni +1 della sua azienda. Di lavori ne ha fatti tanti, dal panettiere al tipografo, la strada quest’ultima della sua vita. Ha sempre vissuto di stipendio, mai un utile della sua azienda in tasca.
Oggi, quando la Marcegaglia, il presidente dell’Abi, Giuseppe Mussari, il vertice della Bnl, Luigi Abete, il presidente della Fieg, Giulio Anselmi, tra gli altri, hanno parlato di lui si è più volte commosso. Negli ultimi sette anni ha investito 56 milioni di euro nei più innovativi impianti, prime installazioni in Europa, per la stampa di quotidiani, riviste specializzate, cataloghi, stampati per la grande distribuzione organizzata ed etichette per i comparti dell’agroalimentare, del beverage e del pet food. Oggi, Arti Grafiche Boccia ha sedi a Salerno, quartier generale, ma anche a Londra, Parigi, Roma e Milano.

Lascia un Commento