Salerno: Fuga da Sel, in 29 lasciano il partito di Vendola

Un vero e proprio terremoto politico si sta registrando nelle ultime ore in Sel a Salerno e provincia. Sinistra Ecologia e Libertà, fondata da Nichi Vendola, dopo l’esperienza Tsipras che per molti non ha portato i frutti sperati, ora perde pezzi.
A Salerno con il passaggio nel Partito democratico del deputato Michele Ragosta e dell’assessore, già segretario provinciale di Sel, Gerardo Calabrese. Ma in realtà sono in totale ben 29 i transfughi verso il Pd di Renzi.
Nonostante tutto però non drammatizzano gli iscritti a Sel in provincia che viceversa spiegano: "I circoli sul territorio restano compatti e anzi si avvia ora una nuova fase con maggiore entusiasmo. Nel giro di pochi giorni copriremo il vuoto con uno nuovo segretario – sostiene Franco Mari per il quale – Con la loro uscita non cambia nulla. È una cosa isolata che sarà seguita da tre persone".

Nessun commento sulle motivazioni che hanno spinto Ragosta e Calabrese a lasciare, Mari non crede però alla favola di Tsipras che fagocità Sel: "Credo che sia solo propaganda. Il partito non sta affatto smobilitando. Anzi ci prepariamo per settembre". Sulla stessa linea anche Gianpaolo Lambiase: "Era nell’aria. Sabato ci riuniamo e decideremo il da farsi".

Lascia un Commento