Salerno: Fuenti, pene severe richieste dal Pm

Condanne severe per la proprietaria del Fuenti, un funzionario pubblico, il progettista e il costruttore sono state chieste ieri dal PM Olivieri nell'ambito del processo sull'ecomostro Fuenti. Le accusa sono di abuso d’ufficio e falso per Maria Teresa Mazzitelli, il tecnico comunale Domenico Manzione, il progettista Massimo Adinolfi e il costruttore Alberto De Flaminis. Secondo l'accusa, in quella zona non si poteva costruire nulla, perché si trattava di un’area di tutela di primo livello. Visione opposta della difesa secondo cui invece vi sono delle disposizioni previste dal piano regolatore generale che consente il restauro del paesaggio.

Il Parco del Fuenti è sotto sequestro da quasi quattro anni e, con esso, il progetto di ripristino che la famiglia Mazzitelli ha avviato per riqualificare la zona. Il prossimo 7 aprile sono previste le arringhe difensive e infine la decisione.

Lascia un Commento