Salerno: Fonderie Pisano. Romano conferma il monitoraggio costante

Il sindaco di Salerno De Luca ieri sul caso delle Fonderie Pisano, fra le altre cose, ha detto che solleciterà la Regione Campania, competente in materia, per avere non solo un accertamento episodico e transitorio sulla qualità dell’aria, ma un monitoraggio permanente della situazione. E’ giunta subito la replica dall’assessorato regionale all’Ambiente, retto da Giovanni Romano, il quale ha fatto sapere che dallo scorso febbraio è stata chiesta al Comune di Salerno la disponibilità di un sito recintato dove collocare la stazione di rilevamento, ma ad oggi non è giunta ancora una risposta. L’assessore ha poi spiegato che l’attivazione di altre stazioni mobili, di cui una a Fratte, si è resa necessaria perché la centralina fissa nella zona è finalizzata al monitoraggio dell’inquinamento fotochimico e non al controllo di impianti industriali.

Sulle funzioni di controllo e vigilanza messe in atto dalla Regione, il commissario dell'Agenzia regionale per la protezione ambientale, l’Arpac, Pietro Vasaturo ha prodotto anche una informativa per la Procura della Repubblica del Tribunale di Salerno. Infine l’assessore regionale Romano si è detto pronto in ogni momento a partecipare ad eventuali incontri tecnici con il Comune di Salerno e con i rappresentanti del ''Comitato Salute e Vita'' per fornire le necessarie informazioni e per individuare soluzioni utili a rafforzare la tutela dell'ambiente ed assicurare la salute dei cittadini.

Lascia un Commento