SALERNO – Finte Onlus, arrestati due funzionari della Provincia

Due funzionari della Provincia di Salerno e altre tre persone sono stati arrestati questa mattina dalla Guardia di Finanza del comando provinciale con l’accusa di peculato aggravato e continuato. Attraverso finte Onlus si sarebbero appropriati di un milione di euro di contributi a fondo perduto dell’ente Provincia. I finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria hanno eseguito l’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di: Vittorio Aliberti, all’epoca dei fatti funzionario del Settore Staff della Presidenza, attualmente addetto al Settore assistenza al Consiglio e Relazione Istituzionali e consigliere comunale di Bracigliano; Giovanna Musumeci, funzionario del Settore Finanziario della Provincia; Mario Bisogno, dipendente delle Poste, ex marito della Musumeci; Pamela De Leo, rappresentante della Onlus Associazione Arcobaleno, di fatto inesistente; Sabina Primaverile, rappresentante legale della Onlus Centro Studi Universitari e della società Consulenza Globale di Primaverile Sabina. Tutti e cinque sono agli arresti domiciliari. Le Fiamme Gialle hanno inoltre eseguito perquisizioni a carico di 21 indagati, tra i quali figurano dipendenti della Provincia ancora in servizio o in pensione e otto soggetti privati.

Stando alle indagini i dirigenti del Settore Presidenza e del Settore Finanziario dell’ente Provincia coinvolti avrebbero consentito, tra il 2005 e il 2009, l’erogazione di contributi a fondo perduto, per un valore di circa 1 milione di euro in favore di privati e di Onlus, per pseudo progetti e iniziative, in realtà mai avvenuti

Lascia un Commento