SALERNO – Finanza, operazione Golden Hand. 15 milioni di euro sequestrati

Un patrimonio da oltre 15 milioni di euro è stato sottoposto a sequestro dal G.I.C.O. del Nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza di Salerno. L’operazione è partita da un’indagine su un’organizzazione criminale operante anche in altre zone d’Italia, strutturata su base familiare e dedita a furti seriali presso gioiellerie, usure, estorsioni, ricettazioni, truffe. Il gruppo criminale, formato originariamente dal capofamiglia e dalla moglie, si è esteso a tutti i componenti fino a raggiungere complessivamente i 31 componenti. La famiglia, in un primo tempo residente all’interno di case I.A.C.P. nel Comune di Agropoli, nel tempo ha accumulato ingiustificatamente ingenti ricchezze, acquisendo una tale forza economica da assumere il controllo di attività economiche nel settore del commercio di autoveicoli, della gestione di bar e centri commerciali. A sostegno delle indagini sono arrivate anche le dichiarazioni di collaboratori di giustizia che hanno svelato come l’organizzazione si servisse soprattutto delle donne della famiglia per perpetrare i furti. Al termine dell’inchiesta che ha toccato, oltre la provincia di Salerno anche quelle di Vercelli, Aosta, Napoli e Torino, sono stati sequestrati 19 immobili (appartamenti e ville) 17 terreni, 30 autovetture di grossa cilindrata, tra cui jaguar, porsche, mercedes, audi, bmw, 3 complessi aziendali. Sono stati congelati anche i soldi giacenti su 66 conti correnti.

Lascia un Commento