SALERNO – Festival della letteratura, 100 autori in 7 giorni

Cento autori, settanta eventi, sette giorni di libri, dibattiti, arte e musica. Tutto questo alla prima edizione del Festival Salerno Letteratura, che si è aperto ieri e prosegue fino al 30 giugno. La manifestazione, promossa dal Comune di Salerno, è stata ideata da un apposito Comitato in collaborazione con l’Associazione “Duna di sale”.

Per il direttore artistico Francesco Durante si tratta del più grande festival letterario mai organizzato nel Sud. “Salerno è la città perfetta per accogliere un evento del genere dal momento che – afferma Durante – ama tirar tardi la notte proprio come il nostro festival, dove molti incontri si terranno in tarda sera”.

Sarà assegnato anche il “Premio Salerno Libro d’Europa”, a cui concorrono cinque autori sotto i 40 anni d’età, selezionati da una giuria tecnica, composta da esperti di letteratura internazionale. Un’altra giuria popolare, composta da 50 lettori selezionati nelle librerie di Salerno, e affiancata da un’altra giuria composta da altrettanti critici letterari ed esperti di tutta Italia, voterà, il 29 giugno, il supervincitore. Accanto alle presentazioni di autori e libri di recente pubblicazione, il Festival “Salerno Letteratura” proporrà anche alcune lezioni e conversazioni con grandi intellettuali, come Giulio Giorello, Giuseppe Galasso e Eva Cantarella, personaggi di grande popolarità come Gene Gnocchi e ospiti internazionali, come lo scrittore greco Petros Markaris e l’antropologo americano Jason Pine. Ci sarà, poi, molta musica, anche grazie alla collaborazione con il Conservatorio Martucci di Salerno e alla partecipazione di artisti come Enzo Moscato, Raiz e Peppe Lanzetta e, momento singolare, un "Rave dei Poeti" da mezzanotte alle prime ore del mattino sulla spiaggia. Nel corso dell’evento non si mancherà di celebrare il 700esimo anniversario della nascita di Giovanni Boccaccio, promuovendo la lettura pubblica delle novelle salernitane del Decameron.

Lascia un Commento