SALERNO – Festeggiamenti per il Santo Patrono, Duomo gremito di gente

Una Cattedrale di Salerno, gremita all’inverosimile, ha accolto il tradizionale Pontificale in onore di San Matteo. La cerimonia è stata presieduta dall’Arcivescovo di Salerno, monsignor Luigi Moretti, che nella sua omelia ha ricordato la parabola del seminatore raccontata da Gesù. "Dove il terreno è fertile, questo dono non rimarrà sterile" ha ribadito Moretti che ha poi continuato ricordando che la testimonianza di San Matteo aiuta a mettere al centro della nostra attenzione l’esperienza della fede
Alla celebrazione, tra gli altri, erano presenti, il sindaco di Salerno, Vincenzo De Luca, il presidente del Consiglio provinciale, Fernando Zara, il presidente dell’Ordine dei Medici e degli Odontoiatri della Provincia di Salerno, Bruno Ravera, il direttore generale dell’azienda ospedaliera San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona, Elivira Lenzi, il senatore Alfonso Andria e la Salernitana al completo (ma senza Lotito) con il tecnico Carlo Perrone.
Sui festeggiamenti è intervenuto anche il Prefetto, Pantalone che simpaticamente ha ricordato di aver sentito parlare di San Matteo dal primo giorno in cui è arrivata in città. "Questo momento è un’occasione per la comunità tutta di alimentare lo spirito di appartenenza e per fare il punto sulla situazione della città", ha poi aggiunto il Prefetto.
Secondo il Questore di Salerno, Antonio De Iesu, "Salerno ama San Matteo. In occasione dei festeggiamenti del Santo patrono si respira un clima positivo per tutti".
Le celebrazioni religiose riprenderanno nel pomeriggio. Alle 16.30 nella cripta del duomo sarà celebrata la messa solenne per i portatori delle statue che dalle 18 sfileranno in processione lungo le strade del centro cittadino. Anticipato di un’ora
il tradizionale ed atteso spettacolo pirotecnico che si svolgerà nello specchio di mare antistante il centro del capoluogo a partire dalle 23.

Lascia un Commento