Salerno: Fermato perche’ accusato di essere complice di un rapinatore, ma era la vittima

Fermato dalla polizia in quanto ritenuto il complice in un rapinatore che ha tentato il colpo ad una gioielleria lo scorso 24 giugno scorso a Salerno, si è scoperto che in realtà, l’uomo, un 40enne salernitano, non c’entrava nulla anzi era vittima del vero rapinatore. La brutta avventura è durata due giorni durante i quali la persona innocente è rimasta in cella. In pratica il 40enne che la sera del 24 giugno era nei pressi del negozio per cercare un parcheggio per la sua auto è stato affrontato dal rapinatore in fuga, armato di pistola, che lo ha costretto ad accompagnarlo fuori città. La commessa del negozio ha riconosciuto l’auto in fuga segnalandola alla Polizia e nonostante il 40enne poi avesse denunciato quanto accaduto non è stato creduto e rinchiuso in cella. Il giudice delle indagini preliminari nel momento della convalida del fermo ha ascoltato il fermato che ha potuto dimostrare la propria estraneità ai fatti riconquistando la libertà.

Lascia un Commento