SALERNO – Farmacisti di nuovo sul piede di guerra

Subito un accordo, o sarà serrata. Così i farmacisti dell’Asl Sa1 e 2, di nuovo sul piede di guerra a causa dei gravi ritardi nei pagamenti dei medicinali distribuiti dalle farmacie agli utenti del Servizio sanitario nazionale. Il caso peggiore è quello delle farmacie dell’Asl Sa2, che vantano un ritardo di circa 8 mensilità, per una spesa complessiva di circa 64 milioni di euro. Ma anche l’Asl Salerno 1, si legge in una nota di Federfarma, non sta rispettando i patti. Nel corso di un incontro convocato ieri a Salerno, dai vertici provinciali dell’associazione, si è parlato di possibile serrata, ma anche di soluzioni che non ricadano sulle spalle degli utenti. Tra queste un accordo transattivo con l’intervento di istituti bancari in grado di anticipare ai farmacisti i debiti dell’azienda sanitaria. Federfarma Salerno si è già attivata per chiedere un incontro al direttore generale dell’Asl Salerno 2.

Lascia un Commento