SALERNO – Farmacie verso la sospensione dell’assistenza

Sono sempre in stato di agitazione i farmacisti della provincia di Salerno che attraverso la Federfarma, federazione di categoria, hanno annunciato l’avvio delle procedure per la sospensione dell’assistenza diretta. Da lunedì 6 febbraio le farmacie provinciali non erogheranno più il servizio di prenotazione delle visite specialistiche per le strutture sanitarie dell’Asl Salerno. La decisione è la conseguenza del mancato riscontro da parte di Regione Campania e Asl alle interpellanze mosse dall’Assemblea dei titolari di farmacia riunitasi la settimana scorsa. Federfarma, in una nota, spiega che i farmacisti salernitani chiedono, risposte sui mancati pagamenti dei loro crediti relativi ai mesi di agosto, settembre, ottobre, novembre e dicembre 2010 e gennaio, novembre e dicembre 2011.
“La responsabilità di questa situazione – ha dichiarato il presidente di Federfarma Salerno, Leonardo Accarino – ricade tutta sulla Regione Campania che continua a versare acconti che servono soltanto a pagare gli stipendi e non certo i fornitori di beni e servizi come le farmacie. Ma anche del tesoriere dell’Asl Salerno, la banca Monte dei Paschi di Siena, che non ha aderito, dice Iaccarino, alla richiesta del sub commissario Sara Caropreso di un’anticipazione di cassa”. Le farmacie salernitane, dopo un periodo di relativa tranquillità grazie all’accordo firmato con il commissario straordinario Maurizio Bortoletti, si trovano di nuovo a dover fare i conti con una situazione economica finanziaria difficile che fa il paio, evidenzia il presidente di Federfarma Salerno, con “la sempre più complessa disponibilità di credito da parte degli istituti bancari”.

Lascia un Commento