SALERNO – Due persone arrestate per gli attentati al parco giochi L’Ancora

Due persone ritenute responsabili di tre attentati incendiari compiuti ai danni del parco giochi “L’Ancora” di Lungomare Colombo, nella primavera del 2008, sono state arrestate oggi dai Carabinieri. I presunti responsabili sono Antonio Divano di 48 anni e Francesco Allegretti di 34, entrambi pregiudicati napoletani di Pianura e Soccavo. L’accusa è di tentata estorsione aggravata, incendio aggravato e danneggiamento aggravato. Secondo gli investigatori dell’Arma i due arrestati avrebbero preso contatti con il proprietario del parco giochi per concordare degli "affari illeciti". Attraverso le intercettazioni telefoniche sarebbe emerso che i due napoletani avevano consegnato all’uomo una somma di denaro di alcune decine di migliaia di euro, per avviare un traffico illecito di autovetture rubate da reimmatricolare con documenti di circolazione falsi ed immettere sul mercato estero. Puzone, proprietario del Parco Giochi, aveva però intascato i soldi ed i due soci ingannati, dopo aver fatto alcuni tentativi "bonari" non riusciti, hanno messo in atto i tre attentati incendiari al parco giochi ed hanno tentato di incendiare anche la sua abitazione, per costringerlo a restituire la somma di denaro.

 

Lascia un Commento