SALERNO – Dramma della crisi, artigiano si impicca

“Lascio tutto all’autorità giudiziaria”. Sarebbe questo il suo testamento. Poche drammatiche parole scritte su un foglietto prima di decidere di fare un gesto estremo. E’ l’ennesima vittima della profonda crisi economica che sta attanagliando il settore dell’artigianato.
L’uomo, un 66enne, originario di Bellizzi, titolare di una falegnameria di via Scavate Case Rosse, questa mattina ha deciso di impiccarsi di fronte ai debiti e all’impossibilità di far fronte alla situazione della sua azienda. Gli amici hanno raccontato che aveva fatto di tutto per salvare l’azienda, compreso affidarsi alla fortuna del gioco. Lascia tre figli.

Lascia un Commento