Salerno, dieci anni fa il giallo della scomparsa di Enza Basso Memoli e Sonu

Il 12 Luglio del 2007 scompariva dalla sua abitazione di Cappelle, frazione alta di Salerno, Enza Basso Memoli, e con lei il domestico indiano di 22 anni, Sonu.
Da allora dei due non si è più saputo nulla.

“Che Dio sciolga il cuore duro dei tuoi carcerieri”. ha scritto in un post su fb, il figlio dell’anziana scomparsa, Salvatore Memoli, attuale direttore dell’ACI di Salerno.
“Di mia madre non si é più saputo niente. Non abbiamo saputo niente di quello che ha vissuto in quei momenti drammatici, in cui si é trovata da sola, faccia a faccia, con un destino terribile”, scrive Memoli ricordando che la vicenda della loro assenza e della scomparsa non è passata inosservata. Tutti se ne sono interessati ed hanno contribuito a focalizzare i fatti, a cui purtroppo non ha fatto seguito una soluzione positiva. Perchè capitano queste cose non è facile capirlo e dare una risposta. Il mondo degli stranieri è circondato da interessi non sempre noti a tutti. Finchè non ci sarà restituito il corpo o resti di mia madre, per me è presunta viva e non può essere diversamente. Dichiararla presunta morte vuol dire farle ancora del male, dopo averle tolto la sua libertà.” così conclude.

Lascia un Commento