Salerno, detenuti fanno esplodere bombolette di gas al carcere di Fuorni

Attimi di tensione a Salerno nel carcere di Fuorni.

Poco dopo le 21.30 ieri alcuni detenuti hanno fatto esplodere le bombolette di gas che avevano in dotazione lanciandole attraverso le sbarre.

L’esplosione ha provocato anche un forte boato essendo uno spazio chiuso.

Il segretario nazionale del Sappe (Sindacato autonomo polizia penitenziaria) EmilioFattorello parla di “episodio inquietante che mostra in maniera inequivocabile che nella casa circondariale di Salerno sono saltate tutte le regole e la tracotanza e spavalderia di alcuni detenuti non ha più freni”.

Per Fattorello quanto accaduto rappresenta un atto intimidatorio verso il personale di polizia penitenziaria che è in servizio. L’assistente presente sul luogo ha infatti dovuto fare ricorso alle cure sanitarie per gli effetti della deflagrazione avvenuta riportando stordimento e danni all’udito.

La dotazione delle bombolette insieme al fornellino tipo campeggio sono state autorizzate per riscaldare le vivande ma non per la cucina e il confezionamento di pietanze tali da creare accumuli e depositi pericolosi all’interno delle stanze detentive.

Per il Sappe il personale di polizia penitenziaria continua ad operare sotto organico e con mezzi limitati.

Lascia un Commento