SALERNO – Delitto Claps, depositate le motivazioni della condanna in appello di Restivo

Sono state depositate le motivazioni della sentenza di condanna in appello di Danilo Restivo, per l’omicidio di Elisa Claps. Lo scorso 24 aprile, al Tribunale di Salerno, Restivo è stato condannato a 30 anni per l’omicidio della studentessa potentina avvenuto il 12 settembre 1993. Una condanna che confermò la sentenza di primo grado. In 102 pagine, anticipate dalla Gazzetta del Mezzogiorno, i giudici spiegano perché Restivo anche in appello è stato condannato al massimo della pena prevista.

Restivo, unico imputato del delitto, prese parte al processo di appello dichiarandosi innocente e rivolgendo un appello per trovare il vero assassino di Elisa. Una lunga storia, ancora con punti oscuri quella della scomparsa e morte di Elisa Claps: il suo corpo è stato, infatti ritrovato solo il 17 marzo 2010 nel sottotetto della chiesa della SS Trinità di Potenza, lì dove Restivo la uccise il giorno stesso della scomparsa.

Lascia un Commento