SALERNO – De Luca polemico con i commercianti salernitani. Troppo lagnosi e senza fantasia

E’ un De Luca senza freni quello che ha risposto in diretta su RADIO ALFA alle polemiche dei commercianti della zona orientale di Salerno che nei giorni scorsi hanno spento le luci delle loro vetrine protestando per quella che definiscono "emerginazione e diversità di trattamento" rispetto ai colleghi del centro. "Quando la smettono di lamentarsi è sempre troppo tardi!" ha risposto stizzito il sindaco in S Come Salerno, la trasmissione settimanale delle 12,45.
"Ma che cosa vogliono di più? Che glieli porti io i clienti con un mitra per costringerli a prendersi un caffè nei loro bar?" e insiste ancora "la verità è che sono abituati bene… hanno la pancia piena e non fanno niente. Aspettano che devo pure portargli la brioche la mattina, magari". 
La querelle era sorta nei giorni scorsi quando era stato annunciato il percorso delle navette che collegano lo Stadio Arechi a via Ligea, un percorso che taglia di netto il centro di Mercatello, Pastena e Torrione passando invece sul lato mare. Su questo era esplosa la rabbia del Comitato Commercianti Torrione che accusava il Comune di escludere i negozi della zona est dal circuito di Luci d’Artista.
Risponde su Radio Alfa piccato il sindaco: "ma c’è bisogno di spiegarlo perchè abbiamo studiato quel percorso? Se facevamo passare le navette al centro, non avevano più senso. La navetta ha senso se ha un percorso preferenziale". De Luca insiste su chi, a suo parere, continua a lamentarsi del nulla e mette poco di suo per lo sviluppo economico della città. "Devo organizzare una gita istruttiva in altri comuni e portarci i commercianti. Provato ad andare in questi giorni in una qualsiasi altra città. Non ci trovate nulla. E qui a Salerno, si lamentano? A San Gregorio Armeno, hanno i cassonetti pieni di rifiuti ma c’è un calore, una fantasia, un dinamismo! Qui c’è ancora chi apre il negozio alle 18 perchè deve farsi la pennichella!". 
De Luca poi annuncia la sua intenzione di fare un giro perlustrativo per le strade centrali della città con lo scopo di verificare quanti negozi hanno deciso di addobbare già le proprie vetrine con luci e colori tipicamente natalizi seguendo l’input del Comune. "Lo scorso anno due o tre negozi di questi tempi avevano addobbato le loro vetrine. Manca la fantasia, il dinamismo. I negozi a Salerno restano chiusi il lunedì mattina quando approdano le navi crociera. Noi facciamo molto con le luci, ma poi quando il cliente arriva in negozio ci devono pensare loro". Ma allora il settore è in letargo? "No, risponde De luca. Il 90% dei commercianti ci segue". Aggiusta il tiro De Luca ricordando che il 1 dicembre sarà accesso l’albero in Piazza Portanova e nei giorni seguenti delle installazioni a Mercatello e Torrione.   

Ascolta la puntata in podcasting:

 

Lascia un Commento