SALERNO – Crescent, incontro in Prefettura

Il prefetto di Salerno ha fissato un incontro sulla questione dei lavoratori impegnati nel cantiere del Crescent a Salerno per domani 15 giugno, alle 10, così come richiesto dai sindacati degli edili Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil, dopo la sospensione dei lavori per decisione del Consiglio di Stato. Oltre ai lavoratori e ai sindacati il prefetto Pantalone ha convocato il sindaco di Salerno, l’assessore alle Politiche sociali della Provincia, il direttore dell’Inps, l’ATI RCM – Ritonnaro Costruzioni e i dirigenti preposti della Regione Campania al fine di individuare ammortizzatori sociali per i lavoratori in procinto di essere licenziati per il blocco della parte dei lavori del Crescent nei quali erano impegnati.
“Le tre organizzazioni sindacali apprezzano l’attivismo della società civile e pertanto ringraziano Italia Nostra perché – si legge in un comunicato – il suo operato si inserisce nel gioco democratico, ma contestano le speculazioni di natura politica, lo sciacallaggio di bassa lega. Continuano – è scritto nella nota – a non entrare nei meriti della decisione del Consiglio di Stato sulla sospensione di parte lavori ma chiedono tempi brevi”.
Da Feneal, Filca e Fillea la richiesta di fare presto sulla questione del Crescent per evitare che si ripeta la vicenda irrisolta dei 100 appartamenti di Bellizzi completati al 90% che rimangono sequestrati dal 2007, mentre i cittadini che li hanno acquistati attendono il responso definitivo.

Lascia un Commento