Salerno: Crescent, i Rainone rinunciano al Riesame

Non si è svolta questa mattina l'udienza del tribunale del Riesame che era stato chiamato a decidere sul dissequestro del cantiere del Crescent. La ditta Rainone ha infatti decido di rinunciare a questa opzione.
I lavori all'interno del cantiere sono fermi dal 20 novembre per disposizione del Gip Donatella Mancini che ha accolto le richieste della Procura secondo cui c'è il rischio di un aggravamento dei reati che, secondo gli inquirenti, sarebbero stati commessi. Ovvero l’abuso d’ufficio, il falso e la lottizzazione abusiva.

Lascia un Commento