SALERNO – Cresce in provincia la domanda d’occupazione

In crescita la domanda d’occupazione. All’Ufficio provinciale per l’impiego di Salerno sono giunte quasi 11mila dichiarazioni di inizio disponibilità a lavorare, un dato che vede attestarsi al 40,69 per cento la domanda rispetto al primo trimestre del 2011. In termini assoluti i centri presso i quali è maggiore il numero di Did sono nell’ordine quelli di Battipaglia, Nocera Inferiore, Scafati e Salerno. In cerca di lavoro sia uomini che donne, rispettivamente il 48,55 per cento e il 32,25 per cento della domanda. Ad avere un vero e proprio boom è l’agricoltura: sia uomini che donne vengono maggiormente impiegati proprio in questo comparto. Il saldo è di 6.358 assunzioni per le donne e 5.783 per gli uomini, seguono con dati abbastanza similari l’istruzione, le attività di servizi di alloggio e ristorazione, le attività manifatturiere, nonostante il saldo in flessione rispetto al I trimestre 2011. Interessante anche il dato che riguarda il lavoro domestico per le donne, in crescita del 9 per cento. I dati che riguardano invece la disoccupazione variano a seconda della fascia d’età. Nel I trimestre 2012 i disoccupati nella fascia d’età 15-34 scendono al 41 per cento rispetto al 43 per cento circa del I trimestre 2011 mentre nella fascia d’età 35-44 aumentano di un punto percentuale passando dal 25 per cento del 2011 al 26 per cento del 2012. Risultano stabili invece al 20 per cento nella fascia d’età 45-54. Gli uomini sono il 53,36 per cento dei disoccupati e le donne il 46,64 per cento. Ultimo dato riguarda gli inoccupati, coloro che non hanno mai avuto un rapporto di lavoro, che cresce dello 0,54 per cento.

Lascia un Commento